COSTELLAZIONI FAMILIARILuna Nuova in Acquario: ti piacerebbe essere libero?

3 Febbraio 2019by Giorgia Valenti0

Per questa Luna Nuova in Acquario ho deciso di parlare di libertà, tema intimamente legato a questo archetipo.

Ti piacerebbe essere libero?

Se fossi libero di fare qualunque cosa, cosa faresti?

Se fossi libero di essere qualunque cosa, cosa saresti?

La libertà è un concetto anelato da tanti, forse da tutti, sebbene ciascuno in modo diverso. Tutti noi abbiamo le nostre prigioni, che non permettono di vivere quella libertà tanto anelata, sebbene ciascuno in modo diverso.

Ma se fosse la tua stessa prigione ad aprirti le porte e a dirti “Esci! Vai! Puoi fare tutto quello che vuoi!” sapresti gestire l’immane potere di questa libertà?  Sapresti davvero che direzione prendere in un mondo di infinite possibilità?

Allora circoscriviamo la questione e ipotizziamo che ad ogni particolare libertà mancata corrisponda una particolare prigione.

Spesso conosciamo molto bene come sia fatta questa prigione e meno bene la libertà che le corrisponde. Intendo dire che siamo in grado di descrivere nei minimi dettagli le situazioni che ci fanno sentire bloccati e inespressi, mentre non sappiamo fare lo stesso con tutto ciò che ci farebbe sentire liberi.

Faccio un esempio: non mi piace il mio lavoro perché la relazione con il mio capo o con i miei colleghi è conflittuale, oppure perché il lavoro stesso non mi stimola e mi annoia.

Sono talmente preparato riguardo questa situazione che la so descrivere benissimo e sono in grado di fare molti esempi CONCRETI: Quanto mi annoio a lavoro! Non mi piace stare tutto il giorno davanti al pc!;

“Oggi il mio collega ha fatto battute su di me, insinuando che io sia un incompetente”;

“Ieri il mio capo mi ha detto che non posso prendermi due settimane di ferie ad agosto e il progetto del mio viaggio on the road in Marocco è saltato”;

“La mia collega si lamenta in continuazione e io non sopporto più le sue lagne”.

Se sono capace di fare esempi concreti significa che so bene qual è la mia prigione, proprio perché sono in grado di descriverla.

Saprei descrivere allo stesso modo la libertà corrispondente a quella specifica prigione, quello che potrei fare se quella prigione non ci fosse o se le sue porte magicamente si aprissero? Ho una situazione, una scena da portare?

Come sono io in quella libertà? Cosa sto facendo? Come sono vestita? Con chi sono e dove? Sono in grado di fare tanti esempi quanti quelli che posso fare sulla mia prigione? Fornirne altrettante versioni?

Faccio un esempio: il mio lavoro è suonare il contrabbasso in un’orchestra e mentre suono mi piace e sono felice e soddisfatta.

“Con i miei colleghi c’è uno scambio fruttuoso e comunichiamo molto per far sì che lo spettacolo vada nei migliori dei modi; abbiamo un obiettivo in comune e lavoriamo insieme per raggiungerlo”;

“Oggi è l’ultima serata della stagione e domani mattina partiremo tutti insieme per un meraviglioso viaggio on the road in Marocco!”;

“Siamo nella medina e Osvaldo contratta con un artigiano per abbassare il prezzo di quel vaso bellissimo che vuole assolutamente regalarmi; dice che ha il colore dei miei occhi e quindi me lo devo portare a casa e metterlo sul mio comodino”.

Se sai descrivere così bene la tua libertà, con gli stessi particolari con cui sai descrivere la tua prigione, ti faccio i miei complimenti e per te questo articolo è assolutamente inutile perché probabilmente tu sei già libero e gli insegnamenti di questa Luna Nuova in Acquario li hai già appresi.

Se invece ti sei accorto di non essere capace di farlo voglio solo darti un piccolo spunto di riflessione: per quale motivo la porta della prigione dovrebbe aprirsi se non sai bene per fare cosa? Se non sai desiderare quel qualcosa e non lo sai immaginare?

Se sulla bilancia la prigione ha un peso di gran lunga maggiore rispetto alla libertà, per quale ragione il piatto dovrebbe pendere a favore di quest’ultima?

Se vuoi quella libertà creala, perché se non c’è forse è anche perché non l’hai ancora creata. Come un dipinto che esiste dapprima soltanto nell’immaginazione dell’artista e poi, in un secondo momento, diventa realtà, così è la tua libertà.

Com’è fatta questa libertà? Dedica del tempo a dipingerla come fosse un quadro; conoscila, trovane i colori, i profumi, i luoghi, i vestiti…. dalle un nome se vuoi. Qualunque strategia è lecita purché tu riesca ad immaginarla, descriverla, darne degli esempi.

E se credi di non riuscirci, pensa a come sei stato bravo a creare quella particolare prigione …. a quella ci credi, la vedi, non hai dubbi che ci sia, giusto?

Allora se sei stato in grado di creare la tua prigione, perché non dovresti essere in grado di creare la tua libertà?

Questo il più grande insegnamento della Luna Nuova in Acquario.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com